Pioggia fuori, felicità dentro.

Piove. E tanto. Nella strada di casa mia si è addirittura aperta una voragine, segno di una città che si lascia andare. Clacson che urlano stranchezze e stress accumulati. Eppure io sono felice. Ho sbagliato scarpe, sono arrivata in ufficio con le mie ballerine di vernice nere con annesso fiocco totalmente bagnate, eppure, amo questo tempo. Il ticchettio della tastiera che si mischia con quello della pioggia che sbatte sul terrazzo della mia stanza.

La gioia di riuscire a trovare nelle piccole cose , chissà ancora per quanto, un lato positivo perchè “la vita non è aspettare che la tempesta passi ma imparare a danzare nella pioggia”.

Annunci

e oggi mi sento animalier..

Ieri sera dopo il lavoro di corsa a casa.. due amiche architetto sono venute a prendere un pò di misure e, tra una chiacchera ed una birra, ci siamo fatte venire un po’ di idee per arredare una parete ancora vuota.
La serata è  finita tardi nella piazzetta di Monti ancora piena di gente e di quel clima estivo che per fortuna non ci abbandona così che stamattina, ancora un po’ assonnata , per trovare la giusta carica ho deciso di mettere una camicia di Zara leopardata, con un paio di shorts MiuMiu legati da una cinta di rame lavorata come tessuto di Empresa.

Bbb.jpg

2013-09-03 12.52.57.jpg

che ne dite dell’accostamento?

Estate finita? non ancora..o meglio, non del tutto.

Oggi, ritorno alla realtà.

Dopo un mese di vacanza, ovvero sole amici e relax, eccomi di nuovo in ufficio.

Scelta casual la mia. Giacca Massimo Dutti per il lavoro, pronta per essere tolta prima di fuggire a prendere un aperitivo e rimanere con una semplice maglietta nera.

pic20130902144304.jpg

I pantaloni animalier tono su tono sono di Zara, le ballerine Repetto

20130902_140825.jpg

mentre la shopper Prada (ultimo felice acquisto dell’estate)…

20130902_141439.jpg

Ho capito, fine della pausa pranzo… torno a lavorare ma alle 7 via. Lo spritz chiama (e io rispondo)!

Tavoli e Caffè

Trasferita ormai da un mese nella nuova casa.

I divani ci sono, la TV e le tende anche, il letto comprato come prima cosa, ciò che manca è il tavolo da pranzo.

Idee? per ora ci barcameniamo con un tavolino mini rubato dalla casetta in giardino della mia vecchia casa. Grande legame affettivo ma senza dubbio troppo troppo piccolo..Immagine

Come molte, ma spero poche di Voi, in cucina sono una frana..ma colazione ed aperitivi, sono un’altra cosa..e lì, per fortuna, riesco ad arrangiarmi.

La mia prima colazione a casa nuova:tazzine di “EROS”, bicchieri e tovagliette IKEA, piatti di “MALINE” e sedie “Luis della KARTELL”, caffè Nespresso e, soprattutto, cornetti del caffè della Pace. Che ne dite? ci possiamo accontentare per ora? Cosa manca? manca sempre qualcosa….

Transféré depuis un mois dans le nouvel appart.

Les canapés sont là, la TV et les rideaux aussi, le lit a été acheté comme première chose, ce qui manque c’est la table à manger.

Idées? pour l’instant nous nous débrouillons avec un mini tableau volé à la petit maison en bois du jardin de mon ancienne maison. Grande collage, mais sans doute trop trop petit ..

Comme beaucoup des jeuneses filles en cuisine je suis un “glissement de terrain” .. mais le petit déjeuner et les apéritif sont une autre chose .. et là, heureusement, je sui pas trop mal.

Mon prémier petit déjeuner au nouveau domicile: cups “EROS”, verres et napperons IKEA, assiettes de “MALINE” et chaises “Luis de Kartell”, café Nespresso et, surtout, croissants du café de la Paix. Qu’en pensez-vous? Qu’est-ce qui manque? il y à toujours quelque chose qui manque….